Che cos'è un’ernia del disco?

Un’ernia del disco (ernia/prolasso discale) è una perforazione di una parte del nucleo del disco attraverso il suo anello fibroso. Nella colonna vertebrale, ci sono 23 dischi che assumono la funzione di piccoli ammortizzatori tra le singole vertebre e con essa assumono una funzione di buffering. Sono costituiti da un nucleo morbido e gelatinoso, e da un solido anello esterno in fibra, che fornisce alle sue lamelle la stabilità necessaria.

In caso di stress permanente o eccessivo e usura correlata all'età, l'elasticità del disco sarà ridotta causando lievi strappi nell'anello esterno della fibra.

Ciò consente a una parte del nucleo gelatinoso di fuoriuscire dall'anello ed entrare nel canale vertebrale. Contrariamente alla sporgenza, il nucleo di un´ernia del disco preme direttamente sulla radice del nervo. 

Fondamentalmente, un’ernia del disco può verificarsi in qualsiasi area della colonna vertebrale. Tuttavia, la più colpita è la colonna lombare, chiamata anche ernia lombare o più comunemente ernia del disco. I danni alla colonna cervicale sono meno comuni e nella colonna toracica sono rari.

Frequenza di un'ernia del disco

In Germania, statisticamente, circa l´80% delle persone soffre di dolori occasionali e circa il 40% ha ricorrenti dolori alla schiena. La diagnosi dell'ernia del disco da sola è fatta 800.000 volte l'anno, di solito in pazienti di età compresa tra 45 e 55 anni. Le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di ernia del disco rispetto agli uomini.

Come si sviluppa un’ernia del disco? Le cause più comuni

Esistono diversi fattori che possono essere la causa di un'ernia del disco. Prima di tutto, va detto che dietro un disco erniato c'è di solito un'usura del disco intervertebrale risultante da un lungo processo di usura dovuto anche all´età del paziente. Non è un segreto che i nostri dischi invecchino con noi. Allo stesso tempo, questo non significa che essi devono necessariamente invecchiare, ma, naturalmente, con il tempo perdono la loro elasticità e la capacità di immagazzinare acqua. Questi cambiamenti, a loro volta, aumentano il rischio che l´anello dei dischi si rompa, causando di conseguenza un´ernia.

Questo rischio è quindi rafforzato da altri oneri che gravano sul disco come sovrappeso, mancanza di esercizio, difetti posturali, sollevamento di oggetti pesanti. Anche la genetica gioca un ruolo fondamentale in questi casi, e può rivelarsi un problema per i giovani.

Sintomi - come si manifesta un'ernia?

Secondo la pressione che l´ernia esercita sui nervi, la posizione in cui si trova, i sintomi possono essere diversi. Un’ernia del disco, di solito presenta se stessa, il che significa: chiunque abbia un forte mal di schiena per un'intera settimana che s’irradia alle gambe e alle braccia dovrebbe consultare un medico.

Tre tipi di ernia del disco - nella colonna cervicale, toracica e lombare. 

  • Il nostro peso corporeo esercita una pressione extra sulle vertebre e sui dischi della colonna lombare, ecco perché in questo punto della nostra colonna vertebrale, le ernie sono più comuni. Un’ernia del disco nella colonna lombare crea dolore pungente nella parte bassa della schiena e s’irradia attraverso la gamba e può anche raggiungere il piede; accompagnato da intorpidimento e / o disturbi sensoriali come formicolio. Qualsiasi movimento può aumentare il dolore, anche starnuti e tosse, questo è il motivo per cui le persone che soffrono di mal di schiena preferiscono prendere una posizione di riposo. Questo tipo di ernia può anche causare intorpidimento e paralisi alle gambe e anche malfunzionamento della vescica e del retto. Inoltre, l'intorpidimento può verificarsi nell'area anale e genitale, anche all'interno delle cosce. In caso di paralisi e / o disturbi di svuotamento della vescica, consultare immediatamente un medico poiché è necessario eseguire un trattamento acuto!
  • L'ernia del disco nella colonna cervicale è spesso associata a dolore al collo che s’irradia nelle scapole e nelle braccia che, inoltre, può causare una sensazione d’intorpidimento delle braccia e delle dita. Tuttavia, possono verificarsi occasionalmente mal di testa, difficoltà di concentrazione, vertigini, acufeni, disturbi dell'equilibrio o disturbi visivi. La debolezza muscolare delle braccia indica un’ernia del disco più forte.
  • I dischi erniati occorrono raramente nell'area toracica. I sintomi che si manifestano possono essere mal di schiena, che di solito s’irradiano lateralmente. E con questo tipo di radiazione del dolore, un attacco cardiaco acuto non dovrebbe essere escluso.
  • Tutti i tipi di ernia del disco sono associati con la tensione, perdita di forza, mobilità limitata, e disturbi del sonno.

La diagnosi - come possiamo dimostrare un’ernia del disco? 

Per fare una diagnosi accurata è necessario che lo specialista e il paziente conducano una profonda conversazione nella quale quest´ultimo deve rispondere a domande come: quali sintomi hai? Dove s’irradiano esattamente - nella gamba o nel braccio? Da quanto tempo soffri di questi disturbi? Che cosa ha scatenato i tuoi dolori? Il dolore aumenta quando tossisci, starnutisci o ti muovi? Puoi dormire la notte? Hai problemi a urinare o defecare? Qualche volta inciampi? Gli oggetti cadono dalla tua mano? Hai formicolio o intorpidimento? La concentrazione, la funzione della vescica, la vista è cambiata? Quali terapie hai già provato?

Dopo questa conversazione potrebbe essere necessario un esame neurologico. Sarebbe utile al tuo medico per controllare i riflessi, la tua sensibilità, la tua mobilità e, eventualmente, la velocità di reazione dei vostri nervi. A seconda come e da dove s’irradia il dolore, lo specialista può capire in quale punto si trova l'ernia.
 
Naturalmente, le tue condizioni psicosociali e professionali saranno prese in considerazione, ma ciò che consente al medico di vedere profondamente i cambiamenti concreti è una risonanza magnetica. Mostrerà l'ernia del disco, la sua dimensione e posizione, se c'è artrosi, il livello della degenerazione del disco, l'instabilità e i cambiamenti delle strutture neuronali (mielopatia) e altre informazioni importanti.

Qual è il trattamento giusto?

Al fine di trovare il miglior trattamento e fare la scelta migliore, è necessario prestare attenzione ai seguenti fattori:  

  • Disturbi: dolore, disagio, perdita di forza, disturbi di svuotamento della vescica
  • Il successo ottenuto nelle precedenti terapie, la durata dell’eventuale miglioramento, l’ effetto o gli effetti collaterali dei farmaci somministrati.
  • Le condizioni generali del paziente: gravi malattie cardiache, fluidificanti del sangue?
  • Risultati neurologici: disturbi sensoriali, deviazioni riflesse, guasti motori o atrofie
  • Risultati della risonanza magnetica: piccolo o grande ernia , accompagnati da senso di oppressione, instabilità,
  • Fattori psicosociali, occupazione, carriera, ecc.

Come risultato di questo esame, i vantaggi e gli svantaggi delle diverse possibilità di trattamento sono spiegati in dettaglio e quindi è data una chiara raccomandazione. Ti consigliamo una terapia che non solo dovrebbe alleviare i sintomi ma anche eliminarne la causa, al fine di ottenere un sollievo duraturo dal dolore e soprattutto prevenire danni irreversibili ai nervi.

Diversi approcci al trattamento di ernie del disco

  • Terapie conservative: la terapia farmacologica, iniezioni, tomografia computerizzata (CT) - iniezioni controllate, terapia endovenosa, fisioterapia, terapia manuale, osteopatia, elettroterapia, e così via.
  • Procedure mini invasive come la decompressione laser percutanea del disco (PLDD) in ernie minori o nucleotomia percutanea (PN).
  • Microchirurgia per ernie del disco (da moderate a grandi) e concomitante ristrettezza (stenosi).
  • In caso di un trapianto intervertebrale di cellule discali il volume dei dischi intervertebrali e la sua elasticità sono ripristinati per la prima volta - da una rigenerazione biologica del tessuto del disco intervertebrale.
  • Soprattutto nella colonna cervicale, il disco può essere sostituito con una protesi a disco o con gabbia.

Solo una conversazione dettagliata con uno specialista determinerà quale dei trattamenti sopra menzionati è il migliore per te.

Possibile prognosi?

Posso evitare un’ernia del disco? E se ne avessi una? Come posso conviverci? Bene, solo per chiarire, non c'è modo di sapere come prevenire completamente un'ernia del disco, MA puoi ovviamente rafforzare la colonna vertebrale e ridurne i rischi. In altre parole: prova a modellare le tue routine creandone una favorevole per la tua schiena. I fattori più importanti per prevenire un'ernia del disco sono: avere una forte muscolatura alla schiena ed evitare di esercitare così tanta pressione sulla colonna vertebrale: 

  • Prestare attenzione al proprio peso! L'obesità mette a dura prova la schiena e i dischi intervertebrali.

  • Sollevare sempre oggetti pesanti da una posizione accovacciata mantenendo la schiena dritta.

  • Muoviti! Con la ginnastica e lo sport, i muscoli della schiena sono rafforzati e la colonna vertebrale è alleviata. Ad esempio, il nuoto è uno degli sport ideali per la schiena e, se ti piace andare in bicicletta, beh allora … continua a pedalare!

  • Prenditi cura del tuo materasso. Assicurati di non rimanere in una posizione sfavorevole di notte. In sostanza, dopo sette anni il tuo materasso è … andato!

  • Se hai un lavoro in cui devi sederti per lunghi periodi, dovresti fare due cose: Assicurati di sederti su una sedia ergonomica con sedili regolabili in altezza … e non stare seduto per troppe ore. Alzati, cammina un po’, fai dello stretching. Lasciate che i vostri colleghi ridano … state facendo un grande favore alla colonna vertebrale!

Come dovresti comportarti dopo un'ernia del disco?

Una volta, chi aveva sofferto di ernia del disco, doveva giacere a letto, ma ora succede raramente.
 
Pertanto, oggi il paziente inizia immediatamente con la fisioterapia. Gli esercizi alleviano la colonna vertebrale, i massaggi, la ginnastica in acqua e gli sport per la schiena sono utili. Ovviamente, dovresti evitare i movimenti che sforzano la schiena e i dischi intervertebrali; Quindi non sollevare o trasportare oggetti pesanti, non spazzare a terra in posizione curva.

Dott. med. Munther Sabarini

Autore
Dott. med. Munther Sabarini
Specialista in Neurochirurgia

Hans-Heinrich Reichelt

Coautore
Hans-Heinrich Reichelt
Capo redattore di Medizin für Menschen

La Clinica Avicenna di Berlino è felice di aiutarti

Dal 2000, la Clinica Avicenna ha sede a Berlino. I nostri medici hanno almeno 25 anni di esperienza internazionale nei rispettivi settori (neurochirurgia, chirurgia spinale, anestesia e ortopedia).

Se soffri di forti dolori alla schiena, un’ernia del disco potrebbe essere una delle cause! Contattaci subito utilizzando le seguenti informazioni:

Clinica Avicenna
Paulsborner Str. 2
10709 Berlino

Telefono: +49 30 236 08 30
Fax: +49 30 236 08 33 11
E-mail: info@avicenna-klinik.de

Puoi chiamare in qualsiasi momento, scrivere un'e-mail o compilare un modulo di contatto per essere richiamato. Ogni paziente riceve quindi un appuntamento con un medico della nostra clinica, che è in ogni caso uno specialista della colonna vertebrale (neurochirurgo). In conformità a immagini MRI (portate o realizzate nella nostra clinica) e di un esame approfondito, il medico discuterà con voi tutte le diverse opzioni terapeutiche o eventualmente l'intervento chirurgico. Puoi anche usare i nostri specialisti solo per ottenere un (secondo) parere.

Se decidi di eseguire la terapia e / o la chirurgia a Berlino, vogliamo rendere il tuo soggiorno il più piacevole possibile. Nella nostra clinica, sei al centro della nostra attenzione! Puoi aspettarti attrezzature all'avanguardia in tutte le aree, dalla sala operatoria alla camera da letto del paziente.

Le procedure di trattamento più recenti, delicate e mini invasive sono un punto di forza della nostra clinica. Insieme cerchiamo di trovare un trattamento adeguato per i tuoi disturbi. La terapia effettiva si svolge solo dopo una discussione dettagliata con il paziente, gli esami e la diagnostica.

Per noi, importante quanto l'assistenza medica, è l'impegno che prendiamo per garantire ai nostri pazienti un alto livello di assistenza personale che può, a sua volta, garantire loro un soggiorno confortevole.

Durante il periodo di degenza il nostro team d´infermieri si prenderà cura di te 24 ore al giorno. Offrono anche servizi in diverse lingue straniere, tra cui inglese, arabo, bulgaro, russo, polacco e francese. Ci preoccupiamo non solo della tua sicurezza, ma anche delle tue esigenze, nel rispetto delle tradizioni e delle religioni.

Il nostro team è composto di un gruppo di specialisti molto qualificati che lavorano insieme per garantirti una rapida guarigione.