Che cos'è la mielopatia?

Parliamo di mielopatia quando il tessuto nervoso nel midollo spinale della colonna cervicale o toracica è danneggiato. La parola mielopatia è composta dal greco "mielone" che sta per midollo spinale e "pathos" che significa malattia o lesione. All'interno della colonna vertebrale, c'è il canale spinale all´interno del quale scorre il midollo spinale che va fino alla parte inferiore della nostra colonna vertebrale dove si trovano le fibre nervose. Tra i corpi vertebrali, i nervi lasciano il canale spinale e continuano nelle braccia, nel busto o nelle gambe. Se c'è una pressione costante o massiccia sul midollo spinale, causata da ernie del disco, stenosi del canale spinale, tumori o flusso sanguigno ridotto, allora il tessuto del midollo spinale perde la sua vitalità e porta, a lungo termine, alla morte del tessuto nervoso con perdita di funzione. Poiché il sistema nervoso centrale in quest'area non può rigenerarsi o moltiplicarsi, le conseguenze rimangono permanenti o peggiorano.

A seconda della causa della lesione del midollo spinale, potrebbero esserci diverse forme, infatti la posizione(sia nella colonna cervicale che toracica)  della lesione ne determina i sintomi.

Frequenza dell'evento - gli uomini hanno il doppio delle probabilità di essere affetti da mielopatia rispetto alle donne

I cambiamenti degenerativi nella colonna cervicale hanno maggiori probabilità di colpire persone di mezza età e in età avanzata. La metà di tutte le persone di età superiore ai 50 anni e tre quarti di persone di età superiore ai 65 anni hanno segni di mielopatia cervicale. Notizie interessanti: in uno studio giapponese, 1155 pazienti sono stati sottoposti a mielopatia cervicale in un distretto di 2,26 milioni di persone. La maggior parte dei pazienti era nella sua sesta o settima decade. Nel 30% dei casi c'era stenosi spinale.

Esistono diverse cause di mielopatia

Certo, vuoi - e dovresti - sapere cosa causa la mielopatia.

Ecco le risposte: Fondamentalmente, il danno al midollo spinale può essere causato concatenarsi di eventi. In ogni caso, tuttavia, accade semplicemente nel corso della vita. Se il canale spinale si restringe troppo, può portare a significativi deficit su braccia e gambe, con interruzione delle capacità motorie, sensazione, forza grossolana e problemi di andatura. La paraplegia parziale o completa può essere anche la conseguenza di un canale spinale non dilatato.

Come si arriva alla mielopatia? Il restringimento (stenosi) del midollo spinale e il conseguente danno delle vie nervose e le radici nervose possono essere causati da esperienze traumatiche acute quali incidenti, ernie del disco o cadute brutali, ma anche dai vari cambiamenti dei tessuti dopo un´infiammazione, e tumori o cisti. Le diverse cause innescano alcune varianti di mielopatia.

Esistono tre diverse forme di mielopatia:

  1. Mielopatia da Compressione: Esso può derivare da tumori, metastasi spinali e meningee, condizione post-traumatica, ad esempio dopo una frattura vertebrale, dopo ernie del disco, stenosi spinale, spondilosi (usura).
     
  2. Mielopatia Vascolare: Il flusso sanguigno ridotto porta anche a danneggiare le cellule nervose nel midollo spinale. Disturbi circolatori si verificano in malformazioni vascolari o vasocostrizione (stenosi). Una perdita di sangue acuta può anche portare a una fornitura insufficiente del midollo spinale (sintomi di shock).
     
  3. Mielopatia da radiazioni: Probabilmente hai sentito parlare di danni da radiazioni. In effetti, la radioterapia può danneggiare il midollo spinale.

Mielopatia - quando i sintomi si sviluppano in modo insidioso

La mielopatia è caratterizzata da vari sintomi che si sviluppano gradualmente. Dipendono principalmente dal punto in cui si trova la lesione. Nel caso della compressione del midollo spinale, i sintomi sono generalmente indolori e possono comparire dopo anni, ritardando quindi la diagnosi stessa. I primi segni possono essere disagio nelle mani o nella pianta dei piedi e incertezze quando si cammina nel buio. Per tutte le forme di mielopatia, i segmenti danneggiati del midollo spinale non possono più funzionare correttamente nel sistema nervoso, portando a deficit neurologici.

Alcuni pazienti lamentano dolore al collo con radiazioni, intorpidimento o perdita di forza nelle braccia. Il dolore non è importante quanto i disturbi neurologici quando parliamo di mielopatia. È anche tipico che si addormentino le braccia o le mani mentre si dorme. Uno dei sintomi iniziali può essere l´irrigidimento del collo quando giriamo la testa da un lato all´altro. I danni al midollo spinale possono anche essere accompagnati da dolore che s’irradia alle gambe, causando un´andatura insicura e la perdita di controllo della vescica o dell'intestino. Fai molta attenzione se le disabilità motorie nelle tue mani aumentano, se la tua calligrafia diventa quadrata o "sottile", se gli oggetti cadono dalle tue mani o se non riesci ad abbottonarti la camicia. Questi possono essere sintomi causati dalla mielopatia. La mielopatia cervicale ha un decorso progressivo. All'inizio della malattia si possono percepire un lieve disturbo motorio (disturbi dell'andatura) e perdita sensoriale della funzione degli arti superiori e / o inferiori . La compressione unilaterale può portare a disturbi sensoriali e all'aumento dei disturbi motori (sindrome di Brown- Séquard).

Quando la mielopatia colpisce la colonna vertebrale toracica, i sintomi sono simili a quelli derivanti dalla mielopatia cervicale, si manifestano in modo insidioso e derivano dalla perdita di funzionalità delle aree del midollo spinale interessate. Tratti caratteristici sono rigidità delle gambe, debolezza dei muscoli della mano, difficoltà di respirazione, l'atrofia dei muscoli del braccio o della mano, disturbi sensoriali delle mani, disturbi della deambulazione, disturbi sensoriali, la paralisi, e disturbi della vescica e intestinali.

La mielopatia vascolare si manifesta in diverse anomalie di funzionamento, a seconda del vaso interessato e i pazienti lamentano debolezza, intorpidimento, disturbi delle capacità motorie, problemi di svuotamento della vescica, disturbi dell'equilibrio e sessuali e rigidità dei muscoli. Nella fase avanzata, anche l'atrofia dei tessuti e le difficoltà respiratorie possono essere una conseguenza.

La mielopatia rende difficile la diagnosi

Fondamentalmente, ci sono due cose da dire sulla fase diagnostica:

  1. Una diagnosi accurata è un prerequisito per una terapia adeguata.
     
  2. Prima viene fatta la diagnosi, prima viene rilevata una malattia, migliori sono le probabilità di guarigione. Questo è ovvio e potresti averlo provato tu stesso.

La mielopatia, d'altra parte, rende difficile la diagnosi per il medico - e c'è una ragione: non esiste un sintomo specifico che possa essere direttamente associato a questa malattia perché lo sviluppo della mielopatia è spesso lento e non molto visibile, quindi di conseguenza essa è diagnosticata quando si trova già in uno stadio avanzato. Oltre alla malattia stessa, questa è la cosa perfida della mielopatia.

Ecco perché è particolarmente importante nella diagnostica guidare su doppio binario: conversazione e esame clinico. Questo è il motivo per cui il medico ti chiederà informazioni sul tipo di sintomi (perdita di funzionalità, dolore, disturbi della vescica o rettali) e sulle condizioni preesistenti eventualmente note: spondilite anchilosante, spondilartrosi, osteoporosi, ernia del disco, disturbi circolatori arteriosi o radioterapia.

In seguito ha luogo il controllo dello stato neurologico del paziente con l'esame dell'andatura, i test per i riflessi patologici e i disturbi sensoriali (anestesia).

I metodi diagnostici più importanti sono anche in questo caso la risonanza magnetica e i raggi x, che mostrano in modo molto chiaro i possibili cambiamenti ossei. Allo stesso tempo, altri esami funzionali potrebbero essere utili per individuare eventuali instabilità.

La risonanza magnetica rimane comunque il metodo più efficace per rilevare la mielopatia. Nei tomogrammi della tomografia a risonanza magnetica, la mielopatia è chiaramente visibile. Quindi questo è il metodo che dovrebbe essere scelto per la diagnosi. Da un lato, si possono vedere strutture che comprimono il midollo spinale, come un'ernia del disco o tumori. D'altra parte rende visibile la distinzione delle regioni danneggiate del midollo spinale dal tessuto neurale sano. Le misurazioni elettrofisiologiche (come la velocità di conduzione nervosa, i potenziali evocati, ecc.) forniscono importanti informazioni sulla funzione del midollo spinale.

Normalmente, il medico effettuerà anche un analisi del sangue per rilevare possibili infiammazioni nel corpo.

Esistono diversi gradi di mielopatia: ecco il punteggio europeo. Controlla le tue condizioni:

 

Il punteggio europeo della mielopatia (EMS):

A. Funzioni del primo motoneurone (andatura)

Punti

Incapacità di camminare, si ha bisogno di aiuto

1

Su terreno pianeggiante solo con deambulatore / supporto

2

Salire le scale solo con deambulatore / supporto

3

Una stabile passeggiata, schema del passo che appare paffuto

4

Andatura normale

5

   

B. Funzioni del primo neurone motore e del sistema pertinente

Punti

Incontinenza urinaria, nessun controllo

1

Problemi di svuotamento completo e frequenza instabile

2

Funzione normale della vescica e dell'intestino

3

   

C. Funzioni del secondo motoneurone

Punti

Non è possibile scrivere a mano / mangiare con le posate

1

Scrittura a mano / Mangiare con le posate è limitato

2

Scrittura a mano / ci si allaccia le scarpe goffamente

3

Normale calligrafia / capacità motorie normali

4

   

D. Funzioni del corno dorsale (propriocezione e coordinazione)

Punti

Vestirsi / spogliarsi solo con l'aiuto

1

Vestirsi / spogliarsi goffamente e lentamente

2

Vestirsi / spogliarsi normalmente

3

   

E. Radici posteriori (parestesia / dolore radicolare segmentale)

Punti

Dolore invalidante

1

Recuperabili parestesia / dolore

2

Nessuna parestesia / dolore

3

   

Somma: Divisione per punteggio

 

Punti

Gradi EMS

5-8

Grado III

9-12

Grado II

13-16

Grado I

17-18

normale

La terapia comprende misure fisioterapeutiche

Le torte conservative sono molto limitate ma importanti se eseguite come terapia aggiuntiva. Gli antidolorifici o comunque i farmaci in generale, risultano effettive solo nella fase iniziale della malattia. Difatti, in caso di dolore intenso, sarà necessaria una terapia su misura, in cui sono inclusi farmaci antinfiammatori e rilassanti per i muscoli.

Tuttavia, le cause reali della mielopatia possono essere eliminate solo dalla microchirurgia. Lo scopo di una procedura neurochirurgica è quello di rimuovere o eliminare le cause per dare più spazio al midollo spinale e ai nervi. Se c'è un´ernia del disco, calcificazione (spondilosi), tumore, cisti, saranno rimossi con l'aiuto di uno speciale microscopio e micro-strumenti. D'altra parte, nel caso do stenosi del canale spinale, sarà necessario allargare il canale spinale microchirurgicamente. In aggiunta al rilievo della pressione o di creazione dello spazio per le strutture nervose c'è solitamente una sostituzione del disco con protesi discale o gabbie. In alcuni casi è necessario un ulteriore rivestimento, stabilizzazione dorsale o sostituzione del corpo vertebrale. Naturalmente, le successive misure fisioterapeutiche sono fondamentali.

Mal di schiena? Vai a visitare uno specialista!

Ascolta il tuo corpo e visita il tuo medico. Se prendi le cose sul serio - e dovresti, dopo tutto, è della tua salute che  stiamo parlando - si dovrebbe conoscere e attuare un paio di cose. Ciò include: Se avete gravi dolori alla schiena da tempo e in determinate aree o addirittura disturbi funzionali o sensazioni anomale, poi cercare subito uno specialista che dovrebbe essere uno specialista della colonna vertebrale, un neurochirurgo o ortopedico.

Nel caso in cui fosse necessaria un'operazione, dovresti sapere che: nel 90 percento di tutti i pazienti, c'è un miglioramento. Naturalmente, è più evidente quando alla malattia vengono diagnosticati sintomi lievi e operati precocemente. Poiché queste operazioni cervicali all'avanguardia sono eseguite più delicatamente e più velocemente, oggi la mobilizzazione ha luogo il giorno dopo l'operazione. La testa sarà supportata da una protezione morbida per una o due settimane.
 
Nota bene: la malattia non si ripresenta.
 
Si tratta, ovviamente, di prevenire al meglio la malattia rispetto a qualsiasi terapia. Ecco alcuni consigli:

  • Evitare pressioni unilaterali.
  • Evitare di assumere posizioni scorrette per lungo tempo.
  • Fai attività fisica regolarmente.
  • Rafforza i muscoli della schiena e dell'addome.
  • Cercare l'aiuto di un fisioterapista anche per disturbi lievi.
  • Evitare di lavorare a lungo con il collo piegato e posizionare il telefono tra la testa e le spalle.
  • Quando lavori al computer ricordati di stare il più dritto possibile.
Dott. med. Munther Sabarini

Autore
Dott. med. Munther Sabarini
Specialista in Neurochirurgia

Hans-Heinrich Reichelt

Coautore
Hans-Heinrich Reichelt
Capo redattore di Medizin für Menschen

La Clinica Avicenna di Berlino è felice di aiutarti

Dal 2000, la Clinica Avicenna ha sede a Berlino. I nostri medici hanno almeno 25 anni di esperienza internazionale nei rispettivi settori (neurochirurgia, chirurgia spinale, anestesia e ortopedia).

Se soffri di forti dolori alla schiena, un’ernia del disco potrebbe essere una delle cause! Contattaci subito utilizzando le seguenti informazioni:

Clinica Avicenna
Paulsborner Str. 2
10709 Berlino

Telefono: +49 30 236 08 30
Fax: +49 30 236 08 33 11
E-mail: info@avicenna-klinik.de

Puoi chiamare in qualsiasi momento, scrivere un'e-mail o compilare un modulo di contatto per essere richiamato. Ogni paziente riceve quindi un appuntamento con un medico della nostra clinica, che è in ogni caso uno specialista della colonna vertebrale (neurochirurgo). In conformità a immagini MRI (portate o realizzate nella nostra clinica) e di un esame approfondito, il medico discuterà con voi tutte le diverse opzioni terapeutiche o eventualmente l'intervento chirurgico. Puoi anche usare i nostri specialisti solo per ottenere un (secondo) parere.

Se decidi di eseguire la terapia e / o la chirurgia a Berlino, vogliamo rendere il tuo soggiorno il più piacevole possibile. Nella nostra clinica, sei al centro della nostra attenzione! Puoi aspettarti attrezzature all'avanguardia in tutte le aree, dalla sala operatoria alla camera da letto del paziente.

Le procedure di trattamento più recenti, delicate e mini invasive sono un punto di forza della nostra clinica. Insieme cerchiamo di trovare un trattamento adeguato per i tuoi disturbi. La terapia effettiva si svolge solo dopo una discussione dettagliata con il paziente, gli esami e la diagnostica.

Per noi, importante quanto l'assistenza medica, è l'impegno che prendiamo per garantire ai nostri pazienti un alto livello di assistenza personale che può, a sua volta, garantire loro un soggiorno confortevole.

Durante il periodo di degenza il nostro team d´infermieri si prenderà cura di te 24 ore al giorno. Offrono anche servizi in diverse lingue straniere, tra cui inglese, arabo, bulgaro, russo, polacco e francese. Ci preoccupiamo non solo della tua sicurezza, ma anche delle tue esigenze, nel rispetto delle tradizioni e delle religioni.

Il nostro team è composto di un gruppo di specialisti molto qualificati che lavorano insieme per garantirti una rapida guarigione.