Cos'è la sindrome delle faccette?

Le parole sindrome delle faccette, sindrome delle faccette articolari, artrosi delle articolazioni vertebrali o spondiloartrosi esprimono tutte la stessa cosa: una malattia degenerativa delle piccole articolazioni spinali (articolazioni delle faccette). L'osteoartrosi si verifica quando le superfici della cartilagine di due ossa che si trovano in un'articolazione vengono danneggiate o distrutte. Lo scopo della cartilagine articolare è proteggere l'articolazione e fornire movimenti indolori. L'usura riduce la distanza tra le singole vertebre e infine sfrega le ossa tra di loro, causando dolore. Nella maggior parte dei casi, le articolazioni vertebrali si consumano in regioni che devono resistere a stress specifici per tutta la vita. Non è una sorpresa che la malattia degenerativa delle articolazioni vertebrali sia comune nella colonna lombare.

La nostra colonna vertebrale è composta di 33 vertebre. Ogni vertebra è a sua volta composta di un corpo vertebrale e un arco vertebrale, che circonda il midollo spinale. Gli archi vertebrali si estendono verso l´alto e verso il basso; due processi inferiori formano la cosiddetta faccetta articolare con i processi superiori del successivo arco vertebrale. Questo è attraversato da fibre nervose sensibili al dolore. Tra le vertebre, i dischi funzionano come ammortizzatori e consentono movimenti delle vertebre l'una contro l'altra.

Se la distanza tra le vertebre, vale a dire la sua altezza, è ridotta, la faccetta articolare non funzionerà più correttamente. Parliamo quindi della cosiddetta sindrome delle faccette (articolare). Inoltre, si tratta d’irritazione dovuta alla deposizione di calcificazioni nella capsula articolare.

Il mal di schiena ha una lunga tradizione

All'inizio del secolo scorso, i medici hanno scoperto che le faccette articolari potrebbero essere una possibile causa di mal di schiena. In effetti, i cambiamenti degenerativi della colonna vertebrale, inclusa la sindrome delle faccette, sono inevitabili quando invecchiamo. In Germania, all'età di 40 anni, uno su due residenti è affetto da questa sindrome e quasi il 60% degli adulti soffre di tanto in tanto di artrite della spina dorsale.

Cause di mal di schiena

L'artrosi dell'articolazione vertebrale è una delle cause più comuni di mal di schiena. Le cause di una distanza ridotta tra i corpi vertebrali, specialmente nella colonna lombare, sono spesso segni di usura legati all'età. Precedenti interventi al disco sono spesso visti come un ulteriore causa della sindrome delle faccette, perché se i dischi hanno una funzionalità ridotta, la pressione sulle articolazioni vertebrali aumenta. Disco intervertebrale e faccette articolari sono strettamente correlati a causa della loro simile funzione. Il danno a una delle due strutture di solito porta a danneggiare l'altra struttura. Inoltre, l'infiammazione, le cisti e i tumori delle articolazioni vertebrali possono causare la sindrome delle faccette. Ciò può causare forte dolore, provocando di conseguenza la reazione del corpo con un indurimento (tensione) involontario dei muscoli circostanti.

Anche piccoli cambiamenti degenerativi possono causare forti dolori

I sintomi dell'osteoartrosi dell'arteria vertebrale sono diversi e non indicano necessariamente nulla di specifico sulla gravità dell'osteoartrosi. In effetti, i minimi cambiamenti degenerativi possono causare forti dolori, mentre i principali segni di usura a volte, causano solo alcuni disagi. La maggior parte dei pazienti lamenta un forte dolore locale in un'area limitata della colonna lombare, toracica o cervicale. Se c'è un dolore, di solito è acuto, ma può anche essere penetrante. Durante il giorno, il dolore spesso aumenta perché la colonna vertebrale è sotto pressione dall'andatura verticale, mentre di notte è in gran parte alleviata. Il mal di schiena di solito si verifica quando ci si china, quando ci si gira, quando si cambia posizione. Inoltre, il disagio dell'anca può verificarsi anche come parte di una sindrome delle faccette. Nel complesso, i sintomi di una sindrome delle faccette possono comportare gravi restrizioni alle attività della vita quotidiana.

Come aiutare il medico con la diagnosi

La diagnosi è fatta clinicamente, sulla base dei disturbi indicati (dolore al mattino, dolore durante l'estensione e la rotazione, dolore alla pressione locale), esame fisico e neurologico. I raggi X di solito mostrano l'artrosi delle articolazioni vertebrali e la RM mostra non solo l'artrosi ma anche i cambiamenti anatomici.

La terapia inizia con un test importante

La terapia primaria è conservativa, vale a dire senza chirurgia. Poiché la causa dell'osteoartrosi vertebrale avanzata non può essere eliminata, il dolore e la fisioterapia sono messi in primo piano. L'ideale è un trattamento di fisioterapia combinato con sport speciali come lo stile di nuoto a dorso, il ciclismo, la danza o la camminata nordica. Se i metodi conservativi non sono più efficaci, il dolore causato dalla sindrome delle faccette articolari può essere controllato con un trattamento mini invasivo con un laser chiamato denervazione termica.

L'obiettivo della denervazione termica è quello di bloccare la trasmissione del dolore riportato dai nervi all'interno della capsula articolare. Prima di tutto, viene eseguito un test, ovvero: attraverso la schiena, con un'iniezione, un anestetico locale viene iniettato direttamente nell'articolazione vertebrale. Con questo test, eseguito sotto controllo fluoroscopico, il medico inserisce un ago nella punta dell'articolazione, nel punto esatto in cui il nervo tira intorno alla capsula articolare e inietta una piccola quantità di anestetico.

Dopo questo test, è possibile formulare una diagnosi chiara. Se, dopo il test d’iniezione, c'è un miglioramento dei sintomi e del dolore, allora siamo sicuri che stiamo affrontando una sindrome delle faccette. Successivamente, un test di scleroterapia può essere eseguito sui piccoli nervi dell'articolazione. Questo test è un'indicazione relativa ma non assoluta e può essere fatto con l'applicazione di calore o freddo. Stimolazione intraoperativa del nervo viene eseguita per escludere fibre nervose motorie. Quindi con un laser, che passa attraverso le fibre di vetro dell'ago, il calore o il freddo viene condotto direttamente nell'area interessata. Il calore dell´energia del laser non fa altro che disabilitare la capacità dei nervi interessati di trasmettere il dolore.

L'effetto di questo trattamento può durare da 1 a 3 anni, dando ai pazienti la possibilità di tornare alla vita normale e di partecipare attivamente agli esercizi terapeutici. Questo tipo di procedura aiuta spesso a evitare operazioni più estese. Dura meno di un'ora e viene eseguita in anestesia generale attraverso una puntura (nessuna incisione) che offre a muscoli, ossa e legamenti il vantaggio di non essere tagliati o rimossi. Perché lavorando al di fuori del canale spinale, il rischio è estremamente basso. Dopo solo una settimana, i pazienti possono iniziare la fisioterapia per ottenere un comportamento favorevole per la schiena. Se c'è una grave stenosi del canale spinale o ernia del disco, la microchirurgia sarebbe la scelta da considerare. In caso d’instabilità, si può prendere in considerazione la stabilizzazione.

Ci sono molti modi in cui puoi proteggere il tuo corpo

I sintomi della sindrome spinale possono essere alleviati e la progressione del problema può essere rallentata. Anche se puoi solo parzialmente prevenire l'artrosi, esistono alcuni modi per proteggerti ulteriormente dalla malattia, come per esempio un allenamento fatto su misura per rafforzare la schiena, la perdita di peso, il nuoto in stile dorso. Nota: un intenso lavoro fisico favorisce una malattia vertebrale. In altre parole, il sollevamento di oggetti pesanti affatica in modo massiccio la schiena, e la colonna vertebrale facendo si che le articolazioni vertebrali si logorino più rapidamente, soprattutto nell'area della colonna lombare.
 
Conclusione: bisogna condurre una vita favorevole alla schiena.

Dott. med. Munther Sabarini

Autore
Dott. med. Munther Sabarini
Specialista in Neurochirurgia

Hans-Heinrich Reichelt

Coautore
Hans-Heinrich Reichelt
Capo redattore di Medizin für Menschen

La Clinica Avicenna di Berlino è felice di aiutarti

Dal 2000, la Clinica Avicenna ha sede a Berlino. I nostri medici hanno almeno 25 anni di esperienza internazionale nei rispettivi settori (neurochirurgia, chirurgia spinale, anestesia e ortopedia).

Se soffri di forti dolori alla schiena, un’ernia del disco potrebbe essere una delle cause! Contattaci subito utilizzando le seguenti informazioni:

Clinica Avicenna
Paulsborner Str. 2
10709 Berlino

Telefono: +49 30 236 08 30
Fax: +49 30 236 08 33 11
E-mail: info@avicenna-klinik.de

Puoi chiamare in qualsiasi momento, scrivere un'e-mail o compilare un modulo di contatto per essere richiamato. Ogni paziente riceve quindi un appuntamento con un medico della nostra clinica, che è in ogni caso uno specialista della colonna vertebrale (neurochirurgo). In conformità a immagini MRI (portate o realizzate nella nostra clinica) e di un esame approfondito, il medico discuterà con voi tutte le diverse opzioni terapeutiche o eventualmente l'intervento chirurgico. Puoi anche usare i nostri specialisti solo per ottenere un (secondo) parere.

Se decidi di eseguire la terapia e / o la chirurgia a Berlino, vogliamo rendere il tuo soggiorno il più piacevole possibile. Nella nostra clinica, sei al centro della nostra attenzione! Puoi aspettarti attrezzature all'avanguardia in tutte le aree, dalla sala operatoria alla camera da letto del paziente.

Le procedure di trattamento più recenti, delicate e mini invasive sono un punto di forza della nostra clinica. Insieme cerchiamo di trovare un trattamento adeguato per i tuoi disturbi. La terapia effettiva si svolge solo dopo una discussione dettagliata con il paziente, gli esami e la diagnostica.

Per noi, importante quanto l'assistenza medica, è l'impegno che prendiamo per garantire ai nostri pazienti un alto livello di assistenza personale che può, a sua volta, garantire loro un soggiorno confortevole.

Durante il periodo di degenza il nostro team d´infermieri si prenderà cura di te 24 ore al giorno. Offrono anche servizi in diverse lingue straniere, tra cui inglese, arabo, bulgaro, russo, polacco e francese. Ci preoccupiamo non solo della tua sicurezza, ma anche delle tue esigenze, nel rispetto delle tradizioni e delle religioni.

Il nostro team è composto di un gruppo di specialisti molto qualificati che lavorano insieme per garantirti una rapida guarigione.