Cos'è la sindrome dell´articolazione sacroiliaca?

La cosiddetta articolazione sacroiliaca, è probabilmente solo un termine usato per la maggior parte delle persone quando soffrono di mal di schiena. L'articolazione sacroiliaca collega il bacino alla sezione della colonna vertebrale inferiore con due pale pelviche. Il suo nome è eponimo: l'articolazione si trova tra l'ileo = (ilio) e l'osso sacro = (osso sacro) ed è quindi spesso indicata come articolazione intestinale-sacrale. L'articolazione sacroiliaca non è solo l'articolazione meno nota del nostro corpo, ma anche quella meno mobile. Contrariamente alle articolazioni "tipiche" come l'articolazione del ginocchio, del gomito o della spalla, essa ha un´area limitata nella quale muoversi. Stiamo parlando di un giunto stretto con una cavità articolare stretta.

Le due superfici articolari adiacenti sono collegate ciascuna a nastri di fibrocartilagine. Mentre si fa jogging o in sport come il calcio e pallamano, che implicano corsa intensiva; quest´articolazione è sottoposta a pressione estrema. L´articolazione sacroiliaca agisce come una sorta di ammortizzatore che ammortizza le forze in arrivo e le trasmette alla colonna vertebrale. Anche i minimi spostamenti in questo costrutto sensibile chiamato articolazione sacroiliaca possono causare forti dolori alla schiena. Quando una madre dà alla luce un bambino, l´articolazione sacroiliaca ha un significato molto speciale. Un basso movimento dell'articolazione sacro sopra l'ileo e l'allungamento associato della sinfisi pubica, aumentano particolarmente la larghezza dell'anello pelvico che è importante per il passaggio della testa del bambino alla nascita.

Molto spesso il dolore viene dall´articolazione sacroiliaca

Quasi tutti (90%) soffrono almeno una volta nella vita di mal di schiena. Qualcosa come un tedesco su tre soffre più o meno regolarmente di mal di schiena. Il mal di schiena è comune e in alcuni casi proviene dall'articolazione sacroiliaca. Circa il 60%-80% della popolazione soffre quasi una volta all'anno di dolore all´articolazione sacroiliaca accompagnato da tensione muscolare locale sulla colonna lombare e, di conseguenza, sui glutei. Il blocco dell'articolazione sacroiliaca con forte mal di schiena può verificarsi a qualsiasi età, colpendo allo stesso modo uomini e donne.

L´articolazione sacroiliaca può anche essere affetta da artrosi

Poiché legamenti sono molto stretti e le superfici articolari sono meno resistenti, si passa da un semplice sforzo (ad esempio nello sport), trazione o compressione carichi sull'apparato legamentoso dell'articolazione (es. sollevamento di carichi pesanti o sovrappeso), alla non corretta postura e altri fattori per irritazione, frattura o ad un'infiammazione acuta o cronica di queste superfici articolari. Quando si tratta della sindrome dell'articolazione sacroiliaca, i movimenti a scatti, la caduta (incluso un improvviso calcio nel vuoto) o la torsione pelvica possono causare lussazioni e fratture dell'articolazione iliaca. Inoltre, le articolazioni sacroiliache sono molto spesso colpite anche dalla spondilite anchilosante. L'articolazione può anche essere affetta da artrosi e in essa, allo stesso modo, potrebbe esserci un cosiddetto blocco, inceppandosi nell´articolazione stessa.

Modifiche o malattie della colonna vertebrale, come spondilolistesi, instabilità, ernia del disco, artrosi, soprattutto dopo una chirurgia spinale possono aumentare la tensione sull´articolazione e causare dolore, ma anche ossa rotte, tumori o infezioni possono essere considerate delle cause specifiche.

Sintomi? Non solo mal di schiena

Il sintomo principale di questo blocco è il mal di schiena, che viene spesso descritto come profondo e nella zona lombare. Gli studi attuali hanno attribuito circa il 25% di tutta la lombalgia cronica all´articolazione sacroiliaca. Il dolore cronico in questa articolazione è solitamente localizzato nella pelvi laterale e / o nella zona inguinale. Alcuni riportano anche dolore nell'addome inferiore causato dalla tensione del muscolo iliaco lombare. Spesso il dolore si verifica nei glutei, all'inguine e nella zona lombare della colonna vertebrale. Il dolore può anche essere accompagnato da formicolio. Anche il dolore al ginocchio può essere un sintomo del blocco. Il mal di schiena causato da malattie dell'articolazione sacroiliaca aumenta d´intensità durante la giornata. Sedersi, girarsi, sollevare oggetti pesanti e rimanere in piedi a lungo può essere particolarmente doloroso.

Diagnosi dell´articolazione sacroiliaca

Proprio perché una sindrome sacroiliaca provoca chiaramente sintomi tipici, la diagnosi è spesso fatta in ritardo soprattutto per chi soffre o non viene trattato per lungo tempo o almeno non adeguatamente. In altre parole: la diagnosi della sindrome dell´articolazione sacroiliaca richiede molta esperienza. Pertanto, il “blocco” è nelle mani di uno specialista della colonna vertebrale. L'esame fisico include test per il dolore lancinante.

Un metodo d´indagine è il cosiddetto "segno di Mennell". Il paziente giace a pancia in giù mentre il medico con una mano ripara l'articolazione sacroiliaca e con l'altra alza una gamba. Se si sente dolore nelle articolazioni, il test di Mennel sará positivo e quindi porterá direttamente alla sindrome.

C'è anche il cosiddetto "test di Patrick" effettuato in posizione supina. Il paziente deve porre il piede destro sul ginocchio sinistro e far cadere la gamba destra piegata sul lato destro. Successivamente, il test viene eseguito sul lato opposto. In caso di dolore o mobilità limitata, questo indica il coinvolgimento dell'anca o dell'articolazione sacroiliaca.

Le tecniche d´imaging come la TAC o la risonanza magnetica possono anche aiutare a fare una diagnosi accurata. Tuttavia, da sole non bastano. Le ultime informazioni sul fatto che si tratti di una sindrome dell´articolazione sacroiliaca sono fornite da una somministrazione mirata di antidolorifici - direttamente nell'articolazione sacroiliaca. La rapida scomparsa del dolore confermerà chiaramente la malattia.

Esistono diversi modi per sbloccare un'articolazione

Nella maggior parte dei casi, il disagio nella zona dell´articolazione sacroiliaca migliora rapidamente da solo. Pertanto, è spesso sufficiente ridurre la pressione per alcuni giorni e assumere antidolorifici. Fondamentalmente si può dire: ci sono abbastanza modi per risolvere un blocco sacroiliaco. La fisioterapia se fatta prestando particolare attenzione alla zona sacroiliaca attraverso esercizi specifici può essere un buon modo di iniziare la terapia. Inoltre, il trattamento termico può aiutare ad alleviare il disagio. Medici o fisioterapisti appositamente formati possono risolvere i blocchi articolari attraverso la terapia manuale. Vengono utilizzati due metodi diversi. Mobilitazione e manipolazione; con il primo allungamento accurato che migliori la mobilità dell'articolazione interessata. In caso di manipolazione, un impulso a breve termine viene esercitato sull'articolazione interessata cosi da trattare una sindrome sacroiliaca di nuova insorgenza. In Germania, la terapia di manipolazione è eseguibile solo dai medici.

Nella cosiddetta terapia d´infiltrazione, il medico inietta narcotici (anestetici locali) direttamente al punto in cui il dolore ha origine. O gli anestetici locali vengono iniettati nei legamenti dell'articolazione sacroiliaca o direttamente nello spazio articolare. Oltre agli anestetici locali (infiltrazioni), possono anche essere iniettati glucocorticoidi antinfiammatori e analgesici, come il cortisone. La denervazione sotto controllo fluoroscopico permette di arrestare i nervi irritati. Ultimo ma non meno importante: se tutte le misure che sono state prese non hanno aiutato o aiutato solo un po', un irrigidimento del segmento teso fa parte del moderno concetto di trattamento.

Prognosi - è così che costruisci una muscolatura sana

Di solito, una volta che il dolore scompare dopo trattamenti efficaci, i pazienti si chiedono se possono iniziare a vivere la loro vita normale come prima della comparsa del dolore. L´ingrediente più importante è la pazienza. Bisogna però imparare a vivere una vita quotidiana che punti al comfort della schiena. Solo allora il successo indotto dalla medicina durerà.

La fisioterapia svolge un ruolo importante nel processo di recupero. Perché gli esercizi giusti aiutano a costruire un muscolo sano. Si raccomanda in particolare il rafforzamento della muscolatura stabilizzante pelvica. Comunque: le persone interessate dovrebbero spostarsi regolarmente per attivare il liquido sinoviale. Ad esempio, chiunque sieda alla scrivania per lungo tempo dovrebbe prestare attenzione a uno schienale mobile, alzarsi regolarmente e allungare la colonna vertebrale. Guida ideale: scarica un'app di medicina sul tuo computer.

Dott. med. Munther Sabarini

Autore
Dott. med. Munther Sabarini
Specialista in Neurochirurgia

Hans-Heinrich Reichelt

Coautore
Hans-Heinrich Reichelt
Capo redattore di Medizin für Menschen

La Clinica Avicenna di Berlino è felice di aiutarti

Dal 2000, la Clinica Avicenna ha sede a Berlino. I nostri medici hanno almeno 25 anni di esperienza internazionale nei rispettivi settori (neurochirurgia, chirurgia spinale, anestesia e ortopedia).

Se soffri di forti dolori alla schiena, un’ernia del disco potrebbe essere una delle cause! Contattaci subito utilizzando le seguenti informazioni:

Clinica Avicenna
Paulsborner Str. 2
10709 Berlino

Telefono: +49 30 236 08 30
Fax: +49 30 236 08 33 11
E-mail: info@avicenna-klinik.de

Puoi chiamare in qualsiasi momento, scrivere un'e-mail o compilare un modulo di contatto per essere richiamato. Ogni paziente riceve quindi un appuntamento con un medico della nostra clinica, che è in ogni caso uno specialista della colonna vertebrale (neurochirurgo). In conformità a immagini MRI (portate o realizzate nella nostra clinica) e di un esame approfondito, il medico discuterà con voi tutte le diverse opzioni terapeutiche o eventualmente l'intervento chirurgico. Puoi anche usare i nostri specialisti solo per ottenere un (secondo) parere.

Se decidi di eseguire la terapia e / o la chirurgia a Berlino, vogliamo rendere il tuo soggiorno il più piacevole possibile. Nella nostra clinica, sei al centro della nostra attenzione! Puoi aspettarti attrezzature all'avanguardia in tutte le aree, dalla sala operatoria alla camera da letto del paziente.

Le procedure di trattamento più recenti, delicate e mini invasive sono un punto di forza della nostra clinica. Insieme cerchiamo di trovare un trattamento adeguato per i tuoi disturbi. La terapia effettiva si svolge solo dopo una discussione dettagliata con il paziente, gli esami e la diagnostica.

Per noi, importante quanto l'assistenza medica, è l'impegno che prendiamo per garantire ai nostri pazienti un alto livello di assistenza personale che può, a sua volta, garantire loro un soggiorno confortevole.

Durante il periodo di degenza il nostro team d´infermieri si prenderà cura di te 24 ore al giorno. Offrono anche servizi in diverse lingue straniere, tra cui inglese, arabo, bulgaro, russo, polacco e francese. Ci preoccupiamo non solo della tua sicurezza, ma anche delle tue esigenze, nel rispetto delle tradizioni e delle religioni.

Il nostro team è composto di un gruppo di specialisti molto qualificati che lavorano insieme per garantirti una rapida guarigione.