Cos'è l'osteoporosi?

L'osteoporosi è una malattia dovuta all'età dell'osso. Il nome deriva dal greco 'osteo' che sta per osso e 'poros' per il poro, tradotto letteralmente come 'osso poroso'. Sappiamo tutti che i nostri corpi sono sostenuti dalle ossa, mentre i muscoli sono responsabili del nostro movimento. Dal trentacinquesimo anno di età in poi, il contenuto di calcio delle nostre ossa diminuisce in maniera costante e il tessuto osseo si scompone invece di accumularsi e di conseguenza la densità ossea diminuisce causando perdita ossea. Questo rende lo scheletro più suscettibile alle fratture vertebrali che difatti sono le più comuni e sono seguite da quelle femorali. Oltre all'osteoporosi, esistono altre circostanze che portano a fratture vertebrali.

Frequenza - l'osteoporosi è la malattia più comune in età avanzata

L'osteoporosi è una delle malattie più comuni nella vecchiaia. Le donne sono più colpite rispetto agli uomini. Durante la menopausa, il cambiamento ormonale accelera il naturale degrado dell'osso. Si stima che il 30% di tutte le donne e il 20% degli uomini soffrano, prima o poi, di osteoporosi. Le fratture ossee osteoporotiche colpiscono più donne di cancro al seno, ictus e infarto insieme. In numeri, ciò significa che all'età di 50 anni, una donna su due ha una frattura ossea causata dall'osteoporosi.

Tra 50 e 60 anni, almeno ogni sesta o settima donna (oltre il 15%) ha l'osteoporosi. Dopo i 70 anni, colpisce oltre il 45%. Negli uomini, la malattia richiede molto più tempo - in media, l'osteoporosi si verifica solo dieci anni dopo. Secondo le stime dell'OMS, il numero di persone colpite da questa malattia ossea cronica raddoppierà in tutto il mondo in 20 anni.

Cause - la carenza di estrogeni che inizia dopo la menopausa è molto pericolosa

Se immagini l'osteoporosi, dovresti visualizzare un ponte. La statica e la capacità di carico su un ponte non dipendono solo da alcune travi e pilastri principali. Il design è importante fino all'ultimo dettaglio dei singoli elementi costitutivi e ciò significa che la rete, la qualità dei materiali della costruzione e soprattutto la manutenzione regolare sono fondamentali. Con l’ossea, vale lo stesso meccanismo!

Esistono diverse cause, influenze e fattori di rischio che promuovono il riassorbimento osseo e quindi accelerano lo sviluppo dell'osteoporosi. Anche i fattori genetici svolgono un ruolo importante. Le ossa diventano porose, rendendole meno stabili. Se il tessuto osseo nel corpo non è più stabile, situazioni quotidiane innocue possono portare a una frattura vertebrale, che colpisce anche le vertebre toraciche e lombari. In queste aree un grande peso poggia sui corpi vertebrali. Per l'eccessiva perdita ossea i medici distinguono principalmente tra queste cause:

La forma più comune, è l'osteoporosi post-menopausa, la netta conseguenza alla carenza di estrogeni che colpisce le donne in questo periodo della loro vita. L'estrogeno è un messaggero endogeno che controlla il ciclo femminile e una delle sue funzioni è proteggere le ossa.

La seconda più forma più comune è l'osteoporosi senile, che è essenzialmente il risultato di decenni di riassorbimento osseo legato all'età. L'osteoporosi è raramente causata da altre malattie - in quel caso si chiamerebbe osteoporosi secondaria.

Inoltre, ci sono una serie di fattori di rischio, tra cui: mancanza di esercizio fisico, sottopeso (indice di massa corporea inferiore a 20), fumo, assunzione eccessiva di alcol, carenza di calcio e carenza di vitamina D.

Vertebre multiple interessate: “gobba della vedova”

L´osteoporosi si sviluppa spesso in maniera inosservata. I sintomi, infatti, non sono così chiari: alcuni pazienti soffrono maggiormente di mal di schiena, altri segnalano una sensazione di debolezza alla schiena. Pochi, tuttavia, associano questi sintomi con malattie delle ossa, fino a quando anche a causa di un piccolo intervento o un movimento brusco, le ossa si spezzano. Di solito non è una singola rottura, ma un lento collasso interno, molte piccole microfratture delle "trabecole ossee fini". In un osso sano, la struttura portante (trabecole) è molto più densa mentre quella malata presenta le sottili trabecole diluite e parzialmente rotte.

I sintomi delle fratture vertebrali osteoporotiche, tuttavia, sono per lo più chiare; il dolore può passare da moderato a grave e ad essere a livello della frattura. Talvolta può causare immobilità, allo stesso tempo e con ogni respiro, si può eventualmente radiare alle nervature o alla regione lombare. La paralisi emotiva e / o parziale può essere presente come indicazione di una lesione del midollo spinale. Anche una rapida perdita di altezza di diversi centimetri serve come indicazione delle fratture dell'osteoporosi.

Nelle fratture vertebrali stabili, i bordi finali delle vertebre sono ancora intatti - e quindi la struttura complessiva è stabile. Il canale spinale con il midollo spinale presente in esso, non è limitato. Questo gruppo di solito comprende fratture da osteoporosi che si verificano spontaneamente o dopo lievi incidenti e stress. A lungo termine, tuttavia, le forze che agiscono su di essi (ad es. A causa del peso corporeo) spesso portano a una deformazione a cuneo del corpo vertebrale interessato, che di conseguenza perde una notevole altezza nella parte anteriore.

Se sono colpite diverse vertebre, le curve posteriori, causano nella forma più pronunciata una "gobba della vedova" che è spesso associata a un forte dolore.

Per la diagnosi, la misurazione della densità ossea è importante

L'osteoporosi è spesso riconosciuta solo quando è già troppo tardi per misure preventive: quando si è già verificata una frattura. Dopotutto, la riduzione della sostanza ossea non è dolorosa. Il dolore insorge, tuttavia, quando le prime fratture ossee si sviluppano con una perdita ossea avanzata. All'inizio di una possibile diagnosi di frattura vertebrale osteoporotica, ci dovrebbe essere un colloquio dettagliato con il paziente (anamnesi). Il medico (neurochirurgo, ortopedico, chirurgo o traumatologo) ordinerà quindi un esame fisico e neurologico approfondito. Questa potrebbe essere la prima prova che esiste una frattura vertebrale. Dopo che il medico ha fatto una diagnosi sospetta sulla base delle sue indagini, ordina le procedure d’imaging.

Con l'aiuto dei raggi X, tomografia computerizzata e / o RM (risonanza magnetica), il medico può osservare la frattura vertebrale e anche riconoscere chiaramente che tipo di frattura è e quale sia la sua esatta misura. Su questa base, il medico e il paziente decidono quale sia l'ulteriore trattamento della frattura vertebrale.

La misurazione della densità ossea è la procedura più importante e più comune per la diagnosi dell'osteoporosi. Il metodo corrispondente ha un nome: DXA osteodensitometria, una tecnica che permette di misurare la densitá minerale ossea. I raggi X vengono utilizzati per misurare la densità delle vertebre lombari e dell'osso della coscia. Un punteggio T-score da 0 a -1 significa: la densità ossea è normale. Un valore al di sotto di questo significa il contrario: la densità ossea è ben al di sotto di quella di una persona sana.

Di quale trattamento hai bisogno?

Le fratture stabili guariscono in alcuni casi con terapia conservativa entro 2-3 mesi, possibilmente supportate da un corsetto. Con le terapie conservative (ad esempio i farmaci) è importante sapere che aiutano solo a fermare un’ulteriore perdita ossea o a sopprimere il dolore. Tuttavia, resta incerto se le fratture vertebrali si stabilizzeranno o peggioreranno. Inoltre, esiste il rischio che la colonna vertebrale si deformi.

In questo caso, e in caso di frattura instabile con rischio di lesioni ai nervi, le procedure che dovrebbero essere considerate sono la cifoplastica, la sostituzione del corpo vertebrale, le misure di stabilizzazione con cementazione e altri approcci terapeutici. L'obiettivo di questi interventi è alleviare i pazienti dal dolore nel più breve tempo possibile, al fine di garantire una stabilizzazione rapida e ripresa, per garantire ai pazienti di partecipare attivamente alla loro vita e per evitare un altro deterioramento dei deficit statici e neurologici.

Il medico ti aiuterà a scegliere la terapia perfetta. Dopo aver effettuato una consultazione dettagliata, approfondita e dopo aver eseguito degli esami neurologici compresa la consultazione delle risonanze magnetiche, ma anche prestando attenzione a fattori individuali quali l´età, le tue condizioni di salute generali, le attività fisiche ecc. è possibile capire quale terapia sarà la più indicata e quale avrà maggior probabilità di successo.

Prognosi - l'importanza dell'esercizio e dell’alimentazione

L'osteoporosi non è curabile. Tuttavia, alcune misure precauzionali e una terapia tempestiva possono influenzare positivamente il decorso della malattia e rallentarne il progresso. Le misure preventive dovrebbero essere prese in giovane età per accumulare molta massa ossea il prima possibile. Pilastri importanti di prevenzione sono l'attività fisica e l'alimentazione: La vostra dieta deve essere ricca di calcio, il blocco di costruzione ossea e la vitamina D promuovono lo stoccaggio di calcio nelle ossa.

L'ideale è un apporto giornaliero di circa 1000 ad un massimo di 1500 milligrammi di calcio attraverso il latte, il formaggio, cavolo, cereali integrali, legumi, e l'acqua minerale ricca di calcio. Importante: per assorbire il calcio dietetico e integrarlo nelle ossa, il corpo ha bisogno della vitamina D. Evita i fattori di rischio come il fumo e l'alcool.

Dott. med. Munther Sabarini

Autore
Dott. med. Munther Sabarini
Specialista in Neurochirurgia

Hans-Heinrich Reichelt

Coautore
Hans-Heinrich Reichelt
Capo redattore di Medizin für Menschen

La Clinica Avicenna di Berlino è felice di aiutarti

Dal 2000, la Clinica Avicenna ha sede a Berlino. I nostri medici hanno almeno 25 anni di esperienza internazionale nei rispettivi settori (neurochirurgia, chirurgia spinale, anestesia e ortopedia).

Se soffri di forti dolori alla schiena, un’ernia del disco potrebbe essere una delle cause! Contattaci subito utilizzando le seguenti informazioni:

Clinica Avicenna
Paulsborner Str. 2
10709 Berlino

Telefono: +49 30 236 08 30
Fax: +49 30 236 08 33 11
E-mail: info@avicenna-klinik.de

Puoi chiamare in qualsiasi momento, scrivere un'e-mail o compilare un modulo di contatto per essere richiamato. Ogni paziente riceve quindi un appuntamento con un medico della nostra clinica, che è in ogni caso uno specialista della colonna vertebrale (neurochirurgo). In conformità a immagini MRI (portate o realizzate nella nostra clinica) e di un esame approfondito, il medico discuterà con voi tutte le diverse opzioni terapeutiche o eventualmente l'intervento chirurgico. Puoi anche usare i nostri specialisti solo per ottenere un (secondo) parere.

Se decidi di eseguire la terapia e / o la chirurgia a Berlino, vogliamo rendere il tuo soggiorno il più piacevole possibile. Nella nostra clinica, sei al centro della nostra attenzione! Puoi aspettarti attrezzature all'avanguardia in tutte le aree, dalla sala operatoria alla camera da letto del paziente.

Le procedure di trattamento più recenti, delicate e mini invasive sono un punto di forza della nostra clinica. Insieme cerchiamo di trovare un trattamento adeguato per i tuoi disturbi. La terapia effettiva si svolge solo dopo una discussione dettagliata con il paziente, gli esami e la diagnostica.

Per noi, importante quanto l'assistenza medica, è l'impegno che prendiamo per garantire ai nostri pazienti un alto livello di assistenza personale che può, a sua volta, garantire loro un soggiorno confortevole.

Durante il periodo di degenza il nostro team d´infermieri si prenderà cura di te 24 ore al giorno. Offrono anche servizi in diverse lingue straniere, tra cui inglese, arabo, bulgaro, russo, polacco e francese. Ci preoccupiamo non solo della tua sicurezza, ma anche delle tue esigenze, nel rispetto delle tradizioni e delle religioni.

Il nostro team è composto di un gruppo di specialisti molto qualificati che lavorano insieme per garantirti una rapida guarigione.